Novità

Le nostre news sulla salute!

Nuovo catalogo premi!

Anno 2016

Catalogo'17

Sfoglia il catalogo online e, in base ai punti raccolti, scegli il tuo premio!

Puoi accumulare punti fino a dicembre 2017

 

Farmaci e favismo

Quali devono essere evitati?

Pubblichiamo l'elenco dei farmaci da evitare per chi soffre di favismo del CENTRO DI RIFERIMENTO REGIONALE MALATTIE RARE - 2^ CLINICA PEDIATRICA – OSPEDALE REGIONALE MICROCITEMIE ASL di Cagliari

L' argilla verde

I mille usi di questo rimedio millenario

L' argilla è un sedimento estremamente fine, costituito da vari minerali quali smectite. allumino-silicati idrati, feldspati e minerali ferrosi; la composizione estremamente varia ne determina anche il colore. Una volta purificata si può essicare al sole o esporre all' aria per caricarla di energia e ossigeno. Era conosciuta già dagli antichi Egizi e dai Romani che la utilizavano contro dolori reumatici e articolari. Quella più utilizzata in ambito terapeutico è l' argilla verde, una polvere molto fine, ricca di ossidi di ferro; dispersa in una tazza di acqua tiepida, trova applicazione come rimedio gastrico o contro la dissenteria; come cataplasma è utile nei dolori articolari di varia origine (traumatici o artrosici), come purificante della pelle (soprattutto sotto forma di maschera) o come impacco per i capelli contro la forfora grassa.

L' aglio

Ultime novità sul nemico dei batteri

Le proprietà curative dell' aglio (Allium sativum L.) sono note da tempo; le sue proprietà antiipertensive, neurotoniche,vermifughe e disinfettanti sono ormai da tempo confermate dall' etnofarmacologia; recenti studi (Shivani Gupta, Suman Kapur, Padmavathi DV and Apoorva Verma "Garlic: An Effective Functional Food to Combat the Growing Antimicrobial Resistance" Pertanika J. Trop. Agric. Sci. 38 (2): 271 - 278 /2015) del Birla Institute of Technology and Science in India hanno segnalato un'attività antibatterica nei confronti di alcuni patogeni (antibiotico resistenti) isolati da alcuni campioni di urine infette. Il suo potere antibiotico sarebbe dovuto all'allicina e, secondo Tim H. Jacobsen, anche all'ajoene, due composti solforati dell'aglio. Il fatto che queste sostanze siano in grado di agire anche su microrganismi resistenti agli antibiotici potrebbe spianare la strada alla creazione di farmaci di "supporto" a questi ultimi o alla sintesi di veri e prorpi antibiotici basati sull' aglio. Naturalmente ancora molti studi devono essere fatti per testarne l'efficacia in vivo, l'eventuale tossicità o l' interazione con altri farmaci, ma la scienza ci ha confermato una volta di più quanto questo bulbo sia un nostro potente alleato se usato bene.

L' amaranto

Le proprietà di questo "falso" cereale

L'amaranto è una specie originaria dell' America centrale; non è un cereale e non contiene glutine (adatto anche a chi soffre di celiachia); appartiene alla famiglia delle Amarantacee ed è una pianta molto resistente a parassiti, malattie e variazioni climatiche e ne esistono diverse specie (caudatus, retroflexus, cruentus...). I chicchi commestibili sono consumati in maniera analoga ai cereali, con i quali è spesso abbinato per migliorarne il valore nutrizionale o semplicemente per addensare diverse zuppe. Ricco di proteine, può contenere fino al doppio di lisina (un aminoacido essenziale) rispetto ai cereali; contiene calcio, ferro e magnesio. I grani possono essere tostati in modo analogo ai popcorn, si può utilizzare la farina nello svezzamento o nelle preparazione di minestroni pregiati per convalescenti. In commercio troviamo anche barrette spezzafame/energetiche (in cui spesso è unito alla quinoa)

Elenco sostanze dopanti

Tabella CONI 2016

Viste le richieste di questi giorni in merito alle sostanze vietate per le gare sportive, abbiamo ritenuto opportuno pubblicare la Tabella Wada del CONI per le sostanze dopanti (2016). Per consultarla potete cliccare sul link riportato qui sotto.

Celiachia

O Malattia Celiaca

Abbiamo già parlato in passato di questa malattia che è una infiammazione cronica dell'intestino tenue, scatenata dal glutine (la frazione proteica di alcuni cereali come frumento, orzo e segale) in soggetti geneticamente predisposti.

E' una malattia autoimmune, caratterizzata da un quadro clinico variabilissimo, che va dalla diarrea profusa con marcato dimagrimento, a sintomi extraintestinali, alla associazione con altre malattie autoimmuni. A differenza delle allergie al grano, questa malattia è indotta dall'ingestione di prodotti contenenti glutine. La Celiachia non trattata può portare a complicanze anche drammatiche, come il linfoma intestinale.

La celiachia può essere identificata con assoluta sicurezza attraverso la ricerca sierologica e la biopsia della mucosa duodenale in corso di duodenoscopia. Gli accertamenti diagnostici per la celiachia devono necessariamente essere eseguiti in corso di dieta comprendente il glutine. La dieta aglutinata, al momento è l’unica terapia disponibile per la celiachia. Per fortuna le ricerche in questo campo hanno consentito la produzione di alimenti privi di glutine per migliorare la qualità di vita del paziente celiaco; oggi si possono trovare in commercio pane, pasta secca e fresca, biscotti, torte dolci e salate, tanto che una persona che soffre di questo disturbo può affrontare anche un pranzo di Natale senza disagi; ecco un esempio: Antipasti: tartine di pan carrè* con burro e salmone affumicato, crackers tondi al rosmarino* con formaggio caprino fresco; Primi piatti: lasagne al forno*/ravioli* al ragù; Secondi piatti: arrosto di vitello/faraona al forno con crocchette di patate*; Frutta fresca mista/secca (con e senza guscio); Dolce: Panettone*/Pandoro*. Gli alimenti contrassegnati con * sono senza glutine e si possono comprare già pronti o, se volete, prepararli in casa con le farine adeguate. 

Il magnesio

Dove si trova e come agisce

crampi insonnia magnesio

Il corpo umano ha bisogno di circa 300-400 mg di magnesio al giorno. Crampi frequenti, stanchezza, difficoltà nel sonno, oltre a sensazioni di ansia e nervosismo, unghie fragili e tendenti a sfaldarsi sono i sintomi più comuni di una sua carenza. Il magnesio contribuisce a una corretta comunicazione fra cellule nervose e cellule muscolari, regolando la trasmissione degli impulsi nervosi, con il risultato di lenire tensioni e crampi. Può ridurre le sintomatologie legate alla sindrome premestruale. Il magnesio è contenuto in molti prodotti alimentari, come i cereali integrali, le noci (160 mg per 100 grammi di prodotto), mandorle (200 mg), arachidi (120 mg), miglio e grano saraceno (120÷140 mg), cacao (400 mg), germe di grano, lenticchie e le verdure verdi e anche nelle carni, nei farinacei e nei prodotti lattiero-caseari. La cottura dei cibi riduce sensibilmente la disponibilità di magnesio negli alimenti.

Analisi in farmacia

Come funzionano?

reflotron

La maggior parte delle analisi effettuate in farmacia avviene tramite una tecnologia denominata "chimica secca". Si utilizzano strisce reattive sulle quali depositare una piccolissima quantità di sangue; in esse è contenuto un reagente (diverso per ogni tipo di analisi). Quest'ultimo viene a contatto con il plasma del sangue prelevato e comincia una reazione chimica che porterà alla formazione di un colore, che aumenterà di intensità all'aumentare della concentrazione della sostanza da analizzare (glucosio, colesterolo...). L'area di reazione della striscia viene colpita dalla luce di un diodo luminoso; un fotorilevatore inserito nella sfera di Ulbricht analizzerà la luce riflessa e convertirà questo dato in un valore numerico interpretabile. La misurazione è quindi molto accurata; inoltre ogni settimana la macchina (in questo caso un Reflotron PST) è pulita e testata per verificarne l' attendibilità. Il prelievo del campione avviene tramite una veloce e pressochè indolore puntura di un polpastrello e la goccia di sangue raccolta tramite una pipetta-capillare. I risultati andranno poi interpretati dal proprio medico di fiducia.

L'Erisimo

"Erba dei cantanti"

erisimo

L'erisimo ( Sisymbrium officinale ) è una pianta appartenente alla famiglia delle Brassicacee; è diffuso un po' in tutta Europa, sia nei terreni incolti che vicino ai centri abitati. Fin dall'antichità sono note le sue proprietà benefiche sull'apparato respiratorio, specialmente a livello di laringe e faringe; è molto usato da cantanti e attori tanto da meritare il soprannome di "erba dei cantanti". In passato ne facevano uso anche gli oratori e, in generale, chi lavorava molto con la voce. Le sue attività sembrano essere dovute a mucillaggini e composti solforati, in grado di lenire le mucose congeste e migliorare la fluidità delle secrezioni bronchiali. Lo si può trovare sotto forma di sciroppi, tintura madre o capsule e può essere associato ad altre piante come Altea, Echinacea, o unito alla propoli quando si cerca anche un'azione antibatterica. Particolare attenzione deve prestare chi è allergico al cavolo poichè potrebbe risultare allergico anche all'erisimo. E' controindicato nei pazienti che soffrono di ipotiroidismo.

Share by: